La bellezza della fatica e il gusto dell'impresa
   Edizione 2022

Certo, era un maggio più inoltrato quello dei miei Giri d'Italia di ragazzo, praticamente una festa di fine scuola, il via alle uscite in bicicletta anche per noi che inseguivamo i nostri campioni pure coi tappi da bibita.

Perché il Giro d'Italia era una grande avventura popolare, un romanzo d'appendice, i nostri Salgari o Verne per sognare mondi ignoti. Allora la tv del bianco e nero riservava ben pochi spezzoni, rapidi fotogrammi di un'Italia di periferia che non aveva cartoline, non stava sui libri di geografia e neanche nelle palle trasparenti con acqua e neve dentro che tanto facevano souvenir da scrivania. L'era di Bartali e Coppi andava in archivio con tutta la sua letteratura, il sorpasso del motore sulla bici sembrava mandare in soffitta vecchi telai a pedali ed uno sport troppo pieno di quella fatica che si andava eludendo in ogni altro mestiere. Eppure il Giro d'Italia non ha mai perso tutto un suo fascino speciale. Anche quando sono arrivati gli scienziati delle preparazioni, le bici sofisticate, i managers, le truppe di addetti ai lavori, i pullman schermati, i ciclisti diafani, le dirette televisive integrali, le tattiche e le radioline, organizzazioni only business, la musica a palla, persino le ombrelline, il ciclismo ha retto le ingiurie dei tempi moderni. Il bello è che ha saputo farlo persino meglio di ogni altro sport, forte di un'identità fatta di sacrificio e sudore, di fatica ineludibile, di gioventù ancor più bella nello scegliere la fatica e il rischio quando sarebbero ben più facili infinite scorciatoie. Ci interessa poco, qui, se sarà un Giro con più carneadi che primattori, se parte dall'estero e non avrà italiani tra i favoriti, se avremmo tante cose da dire ad una gestione ben più attenta ai dividendi che all'affetto della gente. Per quelli come noi l'Italia del Giro d'Italia sarà uno spettacolo e loro, i girini, resteranno comunque eroici, "tutti primi al traguardo del nostro cuore".

Giancarlo Brocci


   Per essere informato
Ricevi la nostra newsletter